C’era una volta…

Giornata finita. Lavorativamente parlando. Sto rientrando a casa quando un pallone mi sfreccia davanti agli occhi, rimbalza su di un’auto in sosta e rotola di nuovo verso di me. “Signore, mi passa il pallone?”. Signore? A me? Non ho mica… quarant’anni? No, in effetti ne ho di più e potrei essere il padre di quel ragazzino che mi guarda come se fossi mezzo scemo, fermo, con il pallone tra le mani e un’aria distratta dai pensieri che rimbalzano nella testa.
Continua a leggere

Tutto ciò che riesco a vedere.

image

“Ogni giorno mi stupisco mentre ti osservo in volto. Tutte le cose che hai dato, e niente che tu abbia voluto trattenere. Non c’è niente che tu abbia voluto trattenere di tutto ciò che hai dato”, sono le parole di una canzone dei Pearl Jam, non mie, eppure le ho pensate anch’io, più di una volta, osservando le persone che mi sono care e, talvolta, anche persone sconosciute.
Continua a leggere

Addio code agli sportelli con Qurami

Su sky evening news, l’articolo che vi avevo anticipato a Novembre dell’anno scorso.
http://www.sky.it/eveningnews/2015/277/web/homepage.html?news=8

Di tutto un po'

Qurami - Ticket

Mai più in coda grazie a Qurami, l’applicazione che si prende cura del nostro tempo. Fare la fila in un ufficio pubblico, in un ambulatorio, all’università o in un museo stando comodamente seduti sul divano di casa propria o al tavolino di un bar?

View original post 435 altre parole

Incontro di mezzanotte

Mezzanotte, un’ora suggestiva. L’ora in cui l’oggi diventa passato e domani il presente. A quest’ora è bello guidare se non sei stanco. La strada corre dritta in questa spianata tra le montagne. I fari illuminano l’asfalto. Dagli altoparlanti mi giungono delicate le note di Comptine d’un autre été: l’aprés-midi, meraviglioso pezzo per pianoforte di Yann Tiersen.
Continua a leggere