Per tutta la notte

Venerdì sera. Un venerdì come tanti. Una sera come tante. Il semaforo verde dice che posso passare, andare avanti,
quando sento delle note conosciute provenire dagli auricolari dell’iPod. Sono note che non sentivo da tanto, tanto tempo. Nemmeno ricordavo questa canzone, ma quello che risveglia è qualcosa di indelebile, seppur remoto. Cyndi Lauper comincia a cantare, le parole mi avvolgono, si fondono con i pensieri, con il ricordo di volti e luoghi di un momento speciale, quasi magico, immagini che nella mia testa assumono contorni evanescenti, per farsi via via più nitidi, quasi reali. Un  momento che allora avrei voluto non finisse mai. All through the night, per tutta la notte, dice la canzone,  così è stato,  o almeno avrei voluto, poi… poi si è fatto tardi, come sempre quando stai bene, e quella notte è finita, ma non quello che è iniziato. Anche la canzone termina, con un “finché non finisce, non c’è una fine”, allora vado avanti, attraverso e proseguo la mia strada, con la certezza che qualcosa è rimasto di quella notte lontana, unica e irripetibile.

image

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...