WhatsApp, telefonate in VoIP

image

Da qualche giorno gli utenti Android (per gli utenti iOS – iPhone – seguirà prossimamente) hanno la possibilità di  telefonare con la funzione “chiamate”, presente ora nell’ultima release di WhatsApp, la 2.12.19.

Non è nient’altro che una telefonata VoIP (Voice over Internet Protocol), che poteva già essere effettuata con altri applicativi – da Skype a Hangouts a Viber, che transita su Internet e, come tale, non consuma i minuti di telefonate presenti sul piano telefonico, bensì erode, seppur leggermente, il traffico dati.

Ho già fatto una prova ieri sera e un minuto di telefonata consuma circa 800 kb di traffico dati. La qualità della telefonata è molto buona, anche se in questo caso mi trovavo sotto rete 4G (LTE), una quindicina di volte più veloce di una connessione 3G o H+.
Facciamo due conti: una telefonata media dura tre minuti, moltiplicato per dieci telefonate al giorno, moltiplicato per trenta giorni e, ci troviamo con un consumo di traffico dati pari a 720 Mb. Se consideriamo che un utente normale ha a disposizione 1 Gb di traffico dati al mese, rimarranno solamente 300 Mb circa, che non sono tanti, considerato il consumo di determinate app che girano in background sul proprio smartphone.

In tutto ciò, c’è però già qualche hacker o malintenzionato del web che sta sfruttando questi primi giorni di novità per mettere in piedi una vera e propria truffa informatica che mette a rischio i dati sensibili degli utenti.
Come funziona? Semplice: sul cellulare ti arriva questo messaggio da un tuo contatto personale: “Ciao, prova anche tu le chiamate e le video chiamate gratuite di WhatsApp! Attiva ora cliccando qui –> ChiamateWhatsApp.com”.
Tu, incuriosito, e confortato dal fatto che a inviarlo è stato il tuo amico o il tuo parente (o, per lo meno, è quello che pensi tu), clicchi e ti si apre una pagina graficamente molto simile a quella di WhatsApp ma che attiva dei servizi a pagamento e ti sottrae tutti i dati personali presenti sul tuo cellulare.
Come evitarlo? Semplice: come si fa tutti i santi giorni con la posta elettronica indesiderata, ovvero basta non cliccare sul link e cancellare subito la conversazione (chat).

Giunti a questo punto, non resta che provare. Sappiate, però, che chi ha un piano telefonico con minuti illimitati, questa funzione di WhatsApp lascia il tempo che trova. Utilissima, invece, se si è all’estero e in copertura sotto una rete WiFi senza costi di accesso. La telefonata sarà assolutamente gratuita, a differenza di una telefonata in roaming che, ahimè come ben sapete, costa ancora troppo.

P.S. Questo non è un pesce d’Aprile, garantito 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...