Video Game Show, il presente dei giovani video gamers

image

E così oggi mi tocca. FilaForum di Assago, Video Game Show: il non plus ultra per i bambini e i ragazzi, il finimondo per gli adulti costretti ad accompagnarli per poi rinchiudersi in una stanzetta separata. Fortunatamente quest’ultima è attrezzata con un paio di tavoli e alcune sedie ed è proprio da qui che faccio passare il mio tempo scrivendo questo articolo. D’altronde quale sarebbe l’alternativa? Leggere il proprio ebook in mezzo a questo casino? Naaaa!

Scrivo questo post, intervallato a qualche mossa su WordOn, perché è sempre meglio che seguire ‘live’ gli youtubers che si susseguono uno via l’altro sul palco, urlando come pazzi al microfono, chiedendo ai ragazzi che si affollano di sotto se vogliono ‘spacchettare’. Lo so, molti di voi neanche conoscono il significato di questo termine; in breve, va inserito per es. FIFA15 nella PS4 (meglio dire ‘play’) e aprire il file appena scaricato dalla rete con i crediti acquistati in precedenza. All’interno si trovano i giocatori virtuali che conseguono performance di gioco eccellenti e che vengono quindi rilasciati all’interno dei pacchetti con una certa periodicità. Questi giocatori possono diventare la vera spina nel fianco degli avversari.

Proprio ora, mentre scrivo, il presentatore ha annunciato l’arrivo di Jok3r. C’è stato un boato stile concerto, un accalcamento sotto il palco di ragazze e ragazzi e lo show è cominciato. Ed io che l’unico Jok3(k)r che conoscevo e ricordavo era l’antagonista di Batman!

Questi youtubers si sono inventati una professione: riprendere con una videocamera le loro giocate a FIFA15, Destiny, Watch Dogs, commentando con un linguaggio, a volte non proprio adeguato, e uploadando il tutto nel loro canale youtube. Gli youtubers italiani più fortunati totalizzano dai 1.200.000 followers di Favj, il più famoso youtuber italiano, ai 280.000 di Jok3r ai 540.000 di Dexter. Niente a confronto dei 35 milioni di PewDiePie, lo youtuber finlandese più famoso tra i giovani video giocatori!
E non parliamo delle magliette e dei gadget personalizzati di ogni youtuber. Vanno a ruba!

La ‘granella’ scorre, fuori dalle tasche dei raga e dentro alle tasche di questi video personaggi.

Non abbiamo per caso sbagliato tutto nella vita?

image

image

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...